Auto medica fuori strada, morta giovane volontaria



(ANSA) - MANTOVA, 05 NOV - Aveva 27 anni e da tempo aveva scelto di dedicarsi agli altri facendo volontariato in un'associazione che si occupa di trasporti sanitari cosiddetti secondari: dimissioni dagli ospedali di pazienti che non hanno altri mezzi per tornare a casa, accompagnamento per visite ed esami diagnostici in ospedali e laboratori soprattutto di anziani. Gaia Volpes, residente a Mantova, ha trovato la morte in uno di questi servizi. Si trovava a bordo di un furgone Doblò dell'associazione Amica emergenza di Mantova assieme a una collega di 54 anni che era alla guida del mezzo, per l'accompagnamento di due persone, un uomo e una donna. Poco dopo le 15 stavano riaccompagnando a casa una paziente che aveva appena finito la dialisi e un uomo che aveva sostenuto una visita medica. Il furgone ha sbandato ed è finito in un fossato per poi schiantarsi contro alcuni alberi. La ragazza è morta sul colpo. Ferite in maniera non grave le altre tre persone che erano a bordo. L'operatrice che era alla guida ha riportato traumi al collo e al torace, mentre l'uomo è rimasto ferito a un braccio. La donna dializzata apparentemente non ha riportato ferite. Tutti, per precauzione, sono stati trasportati al Carlo Poma di Mantova dove sono stati trattenuti per gli accertamenti.
    (ANSA).
   

🔽 Continua a leggere e condividere 🔽