Ciak a Bari per le riprese del film 'La prima regola' - TV KriTere.com



(ANSA) - BARI, 15 NOV - Sono iniziate a Bari le riprese del film 'La prima regola' di Massimiliano D'Epiro, adattamento del testo teatrale 'La classe' di Vincenzo Manna. Il film - è detto in una nota - racconta uno spaccato del periodo storico che stiamo vivendo: una scuola superiore di periferia, strutture, studenti e corpo docente sono lo specchio esemplare di una depressione sociale ed economica che sembra irreversibile. A peggiorare la situazione, a pochi metri dalla scuola, tra le case del quartiere, lo "Zoo", un centro di assistenza ai migranti diventato con gli anni un campo profughi permanente. Un professore viene chiamato a tenere un corso di recupero per sei studenti sospesi per motivi disciplinari. Si incontrano ogni pomeriggio, quando fuori è già buio, all'interno di un'aula di periferia dove, dopo l'ostilità e la diffidenza iniziali, il professore riesce a conquistare la fiducia dei ragazzi e ad ottenere risultati sorprendenti. Ma quando scoppiano gli scontri tra popolazione e migranti, la situazione gli sfugge rapidamente di mano. La città viene invasa dai militari e dai manifestanti.
    La tensione cresce. Vengono fuori tutte le contraddizioni di una società abbandonata a sé stessa. In questo quadro desolante i conflitti che covano nella scuola e negli animi degli studenti esplodono tragicamente.
    Il cast è di giovani attori come Andrea Fuorto, Antonia Fotaras, Haroun Fall, Ileana D'Ambra, Luca Chikovani e Cecilia Montaruli. Accanto a loro, nei panni del professore Marius Bizau, insieme a Fabrizio Ferracane, il preside, e Darko Peric ('Helsinki' nella serie Netflix La casa di carta), il custode della scuola. Si tratta di una produzione Dinamo Film, Goldenart Production con Rai Cinema in associazione con Notorious Pictures, con il contributo di Apulia Film Fund di Apulia Film Commission e Regione Puglia. "La prima regola" uscirà nelle sale italiane nel 2022 con Notorious Pictures. (ANSA).
   

🔽 Continua a leggere e condividere 🔽